Condividi su:

psicologia cosa si studia

Una delle domande da porsi quando si sceglie la facoltà universitaria riguarda le materie e le tematiche che poi saranno oggetto dei diversi esami. Probabilmente il vostro desiderio è diventare psicoterapeuta, psicologo, o di svolgere una delle altre professioni che è possibile esercitare con questa laurea. Ma a Psicologia cosa si studia? Ecco quello che dovete sapere.

Le materie di Psicologia

Iniziamo intanto dicendo una cosa. I programmi dei corsi di laurea di Psicologia (anzi Scienze e Tecniche Psicologiche, il nome del corso di laurea triennale) potrebbero variare in base all’università. Quindi prendete le informazioni che qui vi riportiamo come indicazioni di massima e verificate sul sito web del vostro ateneo qual è il piano di studi previsto per il corso di laurea in Psicologia. Dopo di che è altrettanto vero che esiste una struttura comune ai vari corsi, che ci permette di raccontarvi quale potrebbe essere il vostro percorso accademico una volta iscritti all’università.

Primo anno

Il primo anno di Scienze e Tecniche Psicologiche è focalizzato sulla strutturazione neurobiologica e psicologica.

Gli esami usualmente previsti sono:

  • Fondamenti neurobiologici e genetici
  • Metodologia della ricerca psicologica
  • Pedagogia generale o Sociologia generale
  • Psicologia dinamica / generale/ sociale
  • Storia della filosofia o delle scienze umane
  • Lingua Inglese
  • Conoscenze informatiche di base

Secondo anno

Il secondo anno, invece, scende più in profondità nella strutturazione delle competenze psicografiche, statistiche e nell’esperienza di laboratorio.

Esami usualmente inclusi nel secondo anno di studi sono, difatti:

  • Metodi e tecniche dell’intervista e del questionario
  • Metodi e tecniche di conduzione dei gruppi
  • Metodologia della ricerca psicologica
  • Neuropsicologia
  • Psicologia del lavoro e dell’organizzazione
  • Psicologia dello sviluppo
  • Statistica psicometrica
  • Attività di laboratorio e gruppi di apprendimento

Terzo anno

Il terzo anno, infine, prevede esami di consolidamento e definizione delle competenze poiché maggiore spazio è destinato all’attività di tirocinio e all’elaborazione della tesi di Laurea.

Materie tipicamente previste in questa fase della formazione sono:

  • Metodi e tecniche dei test e tecniche di analisi della domanda nel colloquio psicologico
  • Psicologia clinica / sociale / della famiglia / delle relazioni interpersonali e sociali / dell’infanzia e del counselling o dell’adolescenza, della comunicazione / cognitiva applicata
  • Interventi psicologici per le organizzazioni o Psicologia dei comportamenti economici e dei consumi
  • Attività di laboratorio ed esperienze applicative
  • Prova finale

Psicologia a numero chiuso? Prepariamoci!

Dovreste ora esservi resi conto di costa si studia a Psicologia. Per accedere a tale corso di laurea c’è un test di accesso da superare con concorsi di ammissione locali, quindi gestiti con modalità e programmi diversi da ogni singola università. Per farlo potete comunque prepararvi su libri per il test di Psicologia, che vi permettono di prepararvi alla grande ai test attivati in ogni università.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/jasonvance

Condividi su: