Condividi su:

come-diventare-psicoterapeuta

Si tratta di una professione sempre più in crescita, svolta da un professionista che si occupa di alcune gravi patologie, o che lavora con persone che hanno bisogno di migliorare il proprio stile di vita e il proprio modo di relazionarsi agli altri. Come diventare psicoterapeuta?

Prima di proseguire bisogna capire la differenza tra psicologo e psichiatra. Entrambi infatti possono svolgere il lavoro di psicoterapeuta. Però si tratta di due figure professionali diverse che utilizzano strumenti diversi per svolgere la propria professione.

Chi è lo psicologo

Lo psicologo è un laureato in Psicologia che, dopo la laurea, ha conseguito la relativa specializzazione e ha superato l’esame di stato per potersi iscrivere all’Albo professionale dell’Ordine degli psicologi. A questo punto il neo-psicologo è pronto a esercitare la professione di psicoterapeuta.

Chi è lo psichiatra

Diverso il discorso per quanto riguarda lo psichiatra: questi è un laureato in Medicina e chirurgia che ha poi conseguito la specializzazione in Psichiatria. Anche alla fine di tale percorso è poi possibile esercitare la professione di psicoterapeuta.

Differenze tra Psicologo e Psichiatra

Psicologo e psichiatra non si differenziano solo per il percorso di studi ma anche per le diverse competenze. Entrambi si occupano della salute mentale dei propri pazienti. Lo psicologo lavora con il paziente sul piano emotivo e cognitivo, e i suoi “strumenti” sono il colloquio, il sostegno empatico, la somministrazione di test. Invece lo psichiatra è innanzitutto un medico: richiede e valuta esami clinici, può prescrivere farmaci generici e psicofarmaci.

Dopo aver completato il percorso di studio ed essersi iscritto all’Albo degli psicoterapeuti, il professionista è pronto a immettersi nel mondo del lavoro. E può esercitare la sua professione presso strutture pubbliche, strutture private, o come libero professionista.

Entrare a Psicologia o Medicina

Sapere come diventare psicoterapeuta significa inoltre sapere che, quale che sia il percorso formativo prescelto, in entrambi i casi si avrà a che fare con due corsi di laurea a numero chiuso e bisognerà dunque superare il test di accesso a Psicologia o il test di accesso a Medicina.

Per prepararsi al test di Psicologia l’ideale è prepararsi sui libri specifici per il test di Psicologia, che forniscono tutte le conoscenze necessarie. Per l’ammissione a Medicina, invece, le soluzioni possono essere svariate: oltre ai libri per il test di Medicina, un’altra soluzione può essere rappresentata dai corsi in aula specifici per il test di Medicina, oppure dalla piattaforma e-learning per il test di Medicina con tutto ciò che serve per il test.

Fonte immagine: pixabay.com

Condividi su: