Condividi su:

esami medicina primo anno

Dopo aver superato il test di accesso di Medicina e aver effettuato l’iscrizione a questo corso di laurea, inizia il primo anno di corso. Quali sono i principali esami che dovrete sostenere? Ecco l’elenco, assieme ad alcuni consigli per affrontare lo studio.

Esami Medicina: le materie già note

Ci sono alcuni esami che approfondiscono conoscenze che avete  già affrontato durante gli anni di scuola superiore, oltre che studiarle in vista del test di ammissione a Medicina. Eccoli:

  1. Biologia. Vi concentrerete nello studio della cellula: struttura, funzione, crescita, evoluzione. Se la vostra preparazione di partenza è solida non dovreste avere troppi problemi a orientarvi. Gli esami del primo anno legati a questa materia sono Biochimica, Biologia.
  2. Chimica. È una materia molto importante nel primo anno di Medicina. Seguite bene il corso, prendete appunti, fate domande sugli argomenti o sui punti che non vi sono chiari. Generalmente, l’esame è diviso in una parte scritta e una orale: il voto dello scritto è molto importante per il voto finale. L’esame che durante il primo anno è dedicato a questa materia è proprio Chimica e Propedeutica Biochimica.
  3. Fisica. Per chi ha già studiato la materia alle superiori, l’esame non dovrebbe risultare troppo difficile, ma attenti a non prenderlo sottogamba. Chi non ha studiato fisica al liceo farebbe bene a seguire il corso regolarmente  studiando poco per volta per non restare indietro. Per tutti: stringete i denti, con questo esame saluterete definitivamente lo studio della fisica. L’esame correlato a questa area è Fisica Medica.

Le nuove materie per gli esami di Medicina

Oltre alle materie citate appena sopra, nel piano di studio sono presenti anche esami dedicati ad argomenti che avete sì incontrato nel processo di preparazione ma che da qui in poi inizierete ad affrontare con il dovuto approfondimento. Eccoli:

  1. Anatomia 1. Studierete l’apparato locomotore, l’apparato cardiovascolare e la morfologia generale del corpo umano. È un esame singolo ma spesso i professori lo dividono in due o più parti, in modo da semplificarne lo studio. Preparatevi a imparare nomi, struttura e posizioni di ossa e muscoli. Come avrete capito, è uno degli esami fondamentali di un corso di laurea in Medicina e richiede molta dedizione e sforzo mnemonico.
  2. Embriologia. È lo studio dello sviluppo dell’embrione e del feto. In molti casi, l’esame viene diviso in più parti.
  3. Genetica. Per questo esame si studiano i geni, l’ereditarietà e la variabilità genetica. Studiate con attenzione la materia soprattutto se, dopo la laurea, avete in mente di specializzarvi in questo campo.
  4. Istologia. È la scienza che studia i tessuti animali e vegetali. È una materia essenziale (anche) per le analisi pre e post operatorie in ambito medico e chirurgico.
  5. Statistica. Solitamente si tratta di un esame “piccolo”, in alcuni casi accorpato a quello di fisica. Anche in questo caso, non sottovalutate l’importanza della materia: le statistiche sull’efficacia dei farmaci si calcolano applicando le nozioni che imparerete durante lo studio per questo esame.

Tutti gli esami previsti nei sei anni di corso sono descritti sui siti web delle università ma li potete trovare anche nella guida “Studiare Medicina. Dove, come, quando”.

Potrebbero interessarvi anche

Fonte immagine: unsplash.com/

Condividi su: