Condividi su:

 

Devi scegliere la tua facoltà universitaria e stai pensando alle Professioni sanitarie? La prima cosa da fare è sapere quali sono e che sbocchi occupazionali offrono. Per aiutarti nella scelta, in questo articolo ti presentiamo i corsi di laurea triennali dell’area sanitaria disponibili in Italia disponibili in Italia.

Le Professioni sanitarie in Italia

I corsi di laurea di questo tipo sono ben 22, aperti praticamente in tutte le università pubbliche italiane. A questi si aggiungerà il corso di laurea in Osteopatia, di cui il Ministero a dicembre 2023 ha definito l’ordinamento didattico. Vedremo nei prossimi anni accademici in quali sedi universitarie sarà attivato, al momento non è ancora possibile frequentarlo.

Alcuni corsi, come quelli delle professioni infermieristiche e ostetriche o delle professioni della riabilitazione sono più noti e richiesti, ma è importante che non ti fermi a considerare solo questi. L’offerta formativa è molto ampia e include anche altri corsi meno noti, come quelli delle professioni tecniche o della prevenzione, ma non per questo meno interessanti. Eccoli tutti, divisi in quattro classi di laurea.

1. Le professioni infermieristiche e ostetriche

2. Le professioni della riabilitazione

3. Le professioni tecniche

4. Le professioni della prevenzione

  • Assistenza sanitaria
  • Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro
  • Osteopatia (il Ministero ha definito l’ordinamento didattico, ma per il momento non è ancora possibile iscriversi a un corso di laurea effettivo)

Entrare a Professioni sanitarie: statistiche di ammissione

Per esercitare una di queste professioni bisogna conseguire la relativa laurea. Tieni presente che questa è una facoltà a numero chiuso, quindi per accedere a uno di questi corsi dovrai sempre sostenere e superare il test di ammissione alle Professioni sanitarie. Siccome l’accesso è programmato a livello nazionale, la selezione si svolge lo stesso giorno in tutte le università statali.

Eccoti ora alcuni dati forniti dalla Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni sanitarie sul concorso 2023. In generale, rispetto al 2022 il numero delle domande di ammissione è in calo dell’8,3% (66.686 contro le 72.736 dell’anno precedente), nonostante un incremento del 4,4% del numero dei posti, portati a 34.453.

Infermieristica

La professione col maggior numero di posti a disposizione è quella di Infermiere: nel 2023 i posti sono aumentati del 3,5%. I 22.957 concorrenti hanno infatti partecipato al test per 20.059 posti in tutta Italia, per un totale di 1,1 candidati per ogni posto disponibile. Come probabilmente saprai anche dai media, quella dell’Infermiere è una professione molto richiesta, tanto che da più parti si parla spesso della necessità di aumentare il numero dei posti in università.

Fisioterapia e le altre

Fisioterapia, nonostante si confermi il corso più selettivo con 6,8 domande per ogni posto, vede un netto calo del numero di candidati (già evidenziato dal test 2022), per un totale di 18.617 per 2.722 posti.

Più distanziati, quanto a numero assoluto di posti messi a bando, seguono Ostetricia (5.040 candidature per 1.177 posti), Logopedia (4.245 candidati per 906 posti) e Tecniche di radiologia medica (1.570 posti, per 4.471 concorrenti).

Grafico domande/posti Infermiere, fisioterapista, logopedista, ostetrica, tecnico di radiologia
Candidati e posti disponibili in alcuni dei corsi più ambiti dagli studenti nel 2023

I corsi meno selettivi

Ci sono poi diversi corsi che presentano un numero di candidati inferiore ai posti disponibili: per Terapia occupazionale le domande sono appena 0,3 per ogni posto, mentre per Tecniche audiometriche sono 0,5.

Come puoi vedere, il grado di selezione varia molto a seconda del corso. Se quindi vuoi avere più possibilità di ottenere il posto, puoi anche prendere in considerazione di concorrere per i corsi meno affollati (oltre ai due i già citati, anche Assistenza sanitaria, Tecniche audio-protesiche e Tecniche ortopediche presentano un basso numero di candidati rispetto ai posti messi a bando). Naturalmente si tratta di profili professionali molto diversi tra loro, ma non è detto che non riservino opportunità interessanti.

Graduatoria locale

Tieni inoltre presente che il test è nazionale e si svolge lo stesso giorno ma la graduatoria è locale, quindi viene redatta da ogni sede universitaria in base ai propri posti disponibili. Per conoscere nel dettaglio il funzionamento delle graduatorie in ogni università, consulta il relativo bando di ammissione

Prepararti al test di ammissione

Ora hai un quadro complessivo delle Professioni sanitarie. Puoi quindi ragionare con maggiore consapevolezza sul percorso di preparazione al test più adatto a te. In vista del test d’ingresso, per prepararti puoi scegliere tra vari strumenti:

Condividi su: