Condividi su:

laurea in economia sbocchi

 

Sapere come scegliere la facoltà universitaria significa considerare diversi aspetti: attitudini, materie, atenei, percorsi formativi dopo la triennale. E, soprattutto, quali sono le possibilità lavorative offerte dal percorso di studi scelto. Per questo è molto importante conoscere gli sbocchi lavorativi della laurea in Economia. Vediamoli assieme.

Sbocchi post-lauream in Economia

Il corso di studi in Economia è tra i percorsi formativi che ogni anno registrano il maggior numero di iscritti. Nell’a.a. 2015/16 erano oltre 200.000. E questo grazie soprattutto ai tanti sbocchi professionali che questa laurea è in grado di offrire. Sbocchi lavorativi molto vari che, in linea generale, rientrano in cinque grandi ambiti professionali:

  • contabilità;
  • gestione delle risorse;
  • organizzazione aziendale;
  • consulenza di tipo finanziario;
  • marketing.

All’interno di questi ambiti possono rientrare figure professionali che svolgono funzioni diverse ma sempre attinenti all’economia: a titolo di esempio si potrebbero indicare il commercialista, l’addetto alla contabilità, il consulente economico, il revisore dei conti, l’addetto marketing, l’operatore commerciale, lo sportellista bancario, l’addetto alla riscossione, l’addetto alla gestione del personale, l’addetto a logistica e distribuzione, l’addetto nel settore marketing e comunicazione, l’addetto nell’area finanza, l’addetto nell’area monitoraggio dati.

La carriera per i laureati in Economia

Con il tempo un laureato in Economia può anche arrivare a ricoprire cariche manageriali di alto livello. Inoltre, negli ultimi tempi stanno nascendo nuovi ruoli professionali che possono essere ricoperti da un laureato in Economia: project manager, assistance manager, brand manager, project risk manager.

Questo perché un laureato in Economia può trovare impiego presso banche, assicurazioni, istituti di recupero crediti, multinazionali, organizzazioni internazionali, enti pubblici e privati. E, qualora il futuro laureato non volesse avere un impiego come dipendente, potrebbe anche decidere di lavorare come libero professionista: il caso più comune, ma non l’unico, è quello del commercialista.

In pratica un laureato in Economia ha la possibilità di inserirsi in quasi tutti i contesti lavorativi, tanto pubblici quanto privati. E sono proprio i numerosi sbocchi lavorativi della laurea in Economia a rendere questo corso di studi uno dei più gettonati.

Entrare a Economia

Per le ragioni di cui abbiamo parlato, la richiesta per questi corsi di laurea è sempre più frequente, mentre le università hanno la stessa capacità di aule per accogliere gli studenti. Questo ha portato le università a prevedere sempre più di frequente i test di ammissione a Economia, soprattutto il test TOLC-E del Cisia. Se avete deciso di iscrivervi al test e dovete prepararvi, affidatevi a strumenti specializzati per la preparazione, per non perdere tempo prezioso. Un aiuto in questo senso potrebbe venire dai libri specifici per il test di Economia o dalla piattaforma e-learning per il test di Economia, in grado di seguire ogni vostro progresso o miglioramento, consigliandovi come studiare e ripassare.

Fonte immagine: Flickr.com/photos/lendingmemo

Condividi su: