Condividi su:

differenza dentista odontoiatra

Una domanda molto comune, anche (se non soprattutto) tra coloro che stanno pensando di intraprendere tale professione, è: “c’è differenza tra dentista e odontoiatra?”

La risposta è che dentista e odontoiatra sono sinonimi. E indicano il professionista che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia di malattie che colpiscono denti, bocca, mascelle e relativi tessuti.

Oggi in Italia, l’iscrizione all’albo degli odontoiatri è la condizione necessaria per poter esercitare la professione odontoiatrica.

Il titolo di odontoiatra è assegnato solo a coloro che hanno conseguito la relativa laurea in Odontoiatria e protesi dentaria istituita nel 1980 e hanno superato l’esame per potersi iscrivere a un albo provinciale degli odontoiatri, secondo l’articolo 4 della legge 409/85.

Vi sono tuttavia alcuni laureati in Medicina e Chirurgia nel periodo precedente l’istituzione del corso di laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria che hanno potuto iscriversi all’albo degli odontoiatri.

Dato che in Italia, fino ai primi anni Novanta, era possibile conseguire la specializzazione post laurea in Odontostomatologia, alcuni laureati in Medicina e chirurgia di quel periodo hanno potuto scegliere di iscriversi all’albo degli odontoiatri, e possono quindi esercitare la professione odontoiatrica. Oggi questo non è più possibile.

Quindi, in conclusione, tra dentista e odontoiatra non c’è nessuna differenza ma si tratta della stessa professione.

Studiare Odontoiatria in Italia

Per diventare dentista o Odontoiatra in Italia bisogna studiare Odontoiatria. Questo corso di laurea è a numero chiuso nazionale per tutti gli atenei. Nelle università statali, dunque, prima dell’accesso bisogna superare il test di Medicina-Odontoiatria che si svolge lo stesso giorno. Per prepararvi alla prova di ammissione, potete scegliere tra varie soluzioni:

 

Fonte immagine: freepik.it

Condividi su: