Condividi su:

cosa-studiare-test-lingue

Mediazione linguistica, Mediazione culturale, Lingue e letterature straniere, Lingue e culture moderne, Scienze del turismo: le strade a vostra disposizione sono tante. In molti casi, prima di iscrivervi al corso di laurea che desiderate, dovete superare una prova di ammissione. Per questo, vi saranno utili alcuni consigli su cosa studiare per il test di Lingue.

Cosa studiare

Le modalità con cui si svolgerà il test di Lingue sono stabilite da ogni singolo ateneo italiano: vale quindi il suggerimento di informarvi sul programma d’esame presso la sede universitaria di vostro interesse (consultando il sito web o direttamente presso la segreteria studenti). In ogni caso, al di là di dove sosterrete al prova, le materie da studiare per prepararvi nel modo migliore alla prova sono queste:

  • ragionamento logico e comprensione di brani
  • cultura generale (letteratura, storia, geografia, storia dell’arte)
  • conoscenze della lingua italiana e/o della lingua inglese
  • conoscenze di base di altre lingue straniere diverse dall’inglese (in alcuni casi)

Come studiare

Per prepararvi al test di Lingue avete due possibilità:

  • potete prepararvi per vostro conto su libri generalisti che trattano le materie sopra riportate, con il rischio di disperdere le energie, vista l’ampiezza delle materie;
  • potete studiare su libri per il test di Lingue: trattandosi di volumi specifici pensati appositamente per darvi al giusta preparazione sulle materie che poi saranno oggetto del test di ammissione, riuscirete così a finalizzare meglio lo studio. Inoltre, in questi volumi potrete trovare preziose informazioni e utili suggerimenti pratici per affrontare la prova.

Esercitarsi

Per affrontare il test di lingue non basta sapere cosa e come studiare. Una preparazione completa richiede di esercitarvi con domande e simulazioni della stessa difficoltà della prova vera e propria: solo in questo modo potrete verificare il livello di preparazione raggiunto, capire su quali materie siete ferrati e individuare le lacune da colmare.

 

Fonte immagine: Pixabay.com/it

Condividi su: