Condividi su:

cosa fare dopo laurea farmacia

È una delle lauree che garantiscono le migliori possibilità lavorative. Ma non dovete credere che il lavoro al banco sia il solo possibile. Se vi state chiedendo cosa fare dopo la laurea in Farmacia, sappiate che questa figura professionale di norma esercita la sua professione in 3 grandi ambiti. Ecco quali.

 

1. Il farmacista

Quando si pensa al corso di laurea in Farmacia, questo è il primo sbocco lavorativo che viene in mente. Il percorso per diventare farmacista richiede di:

  • conseguire il titolo accademico
  • sostenere il tirocinio obbligatorio
  • superare l’esame di Stato
  • iscriversi all’Ordine dei farmacisti

Ricordate che un farmacista può lavorare non solo nelle farmacie ma anche negli ospedali, nelle strutture sanitarie pubbliche, nelle Asl, nelle Pubbliche Amministrazioni.

 

2. Il settore privato

Contrariamente al luogo comune che abbina la professione di farmacista solo al settore pubblico, un farmacista può trovare delle interessanti occasioni lavorative anche nel settore privato, lavorando in industrie farmaceutiche e in laboratori di analisi.

In questo caso, dal momento che si tratta di privati, è la singola azienda a stabilire quali sono i requisiti per poter ambire a ricoprire una determinata posizione lavorativa.

 

3. Marketing e informazione

Esiste poi una terza area, che fa riferimento soprattutto al mondo del marketing da una parte e dell’informazione scientifica dall’altra.

  • Marketing farmaceutico: l’industria farmaceutica si contraddistingue per un elevato grado di complessità, legato soprattutto alle normative da seguire. Un professionista di marketing farmaceutico (tra le altre cose) pianifica obiettivi e strategie, effettua analisi di mercato, raccoglie fonti da cui prendere informazioni.
  • Informazione scientifica: si tratta di un’attività di informazione scientifica su medicinali, prodotti e presidi medico-chirurgici che si rivolge agli operatori sanitari, nel settore sia pubblico che privato.

 

Un test di accesso da superare

Come avete potuto vedere, le strade da prendere dopo la laurea in Farmacia sono diverse. Tutte hanno un requisito in comune: il conseguimento del titolo accademico. In molti casi il corso di laurea in Farmacia è a numero chiuso, quindi con un test di accesso da superare.

Vi occorre qualche consiglio per prepararvi alla prova? Potete studiare su libri specifici per il test di Farmacia: sono volumi focalizzati sulle materie che saranno oggetto del test. Oppure prepararvi con la piattaforma e-learning specifica per il test di Farmacia, con tante domande e utili suggerimenti.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/asiandevelopmentbank

Condividi su: