Condividi su:

come diventare dentista

È il professionista che si occupa della cura, della prevenzione e della diagnosi delle malattie che colpiscono bocca, denti, mascella e relativi tessuti. Ed è anche una professione che molti neodiplomati desiderano esercitare un giorno. Ma bisogna sapere come diventare dentista. In questo articolo vi spieghiamo come fare.

1. Laurearsi

Il primo passo per diventare dentista è conseguire la laurea in Odontoiatria e protesi dentaria. Il corso di laurea dura sei anni ed è presente in 30 università statali, oltre alle università private San Raffaele e Cattolica. Si tratta di un corso di laurea a numero chiuso nazionale, quindi con un test di accesso da superare che è unico e nello stesso giorno per le università pubbliche e, invece, con date e modalità diverse nelle università private.

2. Completare il Tirocinio

Una solida formazione teorica, da sola, non basta. Il futuro dentista deve anche frequentare obbligatoriamente un tirocinio formativo durante il sesto anno. Durante l’esperienza di tirocinio il laureando ha modo di vivere in prima persona l’esperienza del professionista, collaborando alla realizzazione di prestazioni inerenti le principali discipline odontoiatriche (Conservativa, Endodonzia, Chirurgia Orale, Parodontologia, Pedodonzia, Ortodonzia e Protesi). Meno frequenti ma comunque svolte sono prestazioni di Gnatologia, Clinica odontostomatologica e Patologia orale. Ancora più di rado, pratiche di Implantologia.

3. Superare la Prova di Abilitazione

Chi è in possesso della laurea in Odontoiatria può a questo punto sostenere la prova di abilitazione, necessaria per poter esercitare la professione di dentista. Bisogna scegliere l’università in cui sostenere l’esame di abilitazione e iscriversi nei tempi e modalità richiesti. L’esame di Stato, com riporta l’art. 3 del D.M. 3 dicembre 1985, è articolato in prove sia orali e pratiche. Vi è una prova di clinica odontostomatologica e una prova di chirurgia speciale odontostomatologica. Per ciascuna prova è prevista anche la trattazione di discipline affini; la scelta della disciplina da portare in ciascuno dei due esami è a scelta del candidato. Per i programmi, le norme e le modalità della prova consultare il sito del Ministero dell’Istruzione, Istruzione.it.

Albo

L’ultimo step per diventare dentista è l’iscrizione all’Albo degli odontoiatri della provincia di residenza. Per farlo, bisogna presentare domanda di iscrizione all’Ufficio preposto dell’Ordine dei medici-chirurghi e degli odontoiatri. Questo fa si che il nominativo confluisca nell’ordine dei medici chirurghi e odontoiatri nazionale FNOMCeO. Ulteriori informazioni sono disponibili su https://portale.fnomceo.it.

Dove può esercitare

Il dentista può esercitare sia come dipendente (presso strutture pubbliche e/o private) sia come libero professionista. In ambito pubblico si tratta di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di studi convenzionati con il SSN. In ambito privato, invece, si tratta per lo più di studi e cliniche private.

Prepararsi al test

Se dovete ancora decidere cosa studiare all’università e Odontoiatria vi interessa, ricordatevi che solo una preparazione ottimale vi può assicurare l’accesso a questo corso di laurea. Come fare? Ci sono tre soluzioni che vengono scelte dagli studenti interessati:

Fonte immagine: freepik.com/freepik-vettori-esclusivi

Condividi su: