Condividi su:

argomenti-test-medicina

In attesa dell’uscita del Decreto Ministeriale che regolerà il test di ammissione 2017, in questo articolo trovate alcune informazioni che possono comunque aiutarvi a farvi un’idea sull’argomento.

La data per il 2016 è stata fissata il giorno 6 settembre: a chi vuole affrontare la prova non resta che studiare. Ecco quindi quali sono gli argomenti del test di Medicina 2016, in base al Decreto Ministeriale del 30 giugno.

 

Argomenti e numero di domande

La prova di Medicina è strutturata in 60 quesiti a risposa multipla: per ognuno di essi il candidato deve scegliere tra 5 risposte, di cui soltanto una è quella corretta; per rispondere a tutti i sessanta quesiti si hanno a disposizione 100 minuti, poco più di un minuto e mezzo a domanda.

I quesiti sono così divisi in base agli argomenti del test di Medicina:

  • cultura generale: 2 quesiti;
  • logica: 20 quesiti;
  • biologia: 18 quesiti;
  • chimica: 12 quesiti;
  • fisica e matematica: 8 quesiti.

 

Le domande nello specifico

Più nello specifico, le domande di cultura generale vertono su testi di saggistica, testi di narrativa di autori classici o contemporanei, o ancora su testi di attualità. Per quanto riguarda invece i quesiti di logica, questi chiedono all’esaminato di completare un ragionamento in maniera logica, partendo da premesse date e arrivando alla relativa conclusione: .

Passando ai quesiti di biologia e di chimica, gli argomenti trattati sono molti e molto ampi: si passa dalla struttura cellulare alle funzioni delle cellule, dalla genetica classica a quella molecolare e umana, e poi ancora anatomia e fisiologia degli animali e dell’uomo, tessuti animali, biotecnologie.

Restano infine i quesiti di fisica e matematica. Le domande di fisica vertono su cinematica, dinamica, termologia e termodinamica, elettrostatica ed elettrodinamica; quelle di matematica riguardano insiemi numerici e algebra, funzioni, geometria, probabilità e statistica.

 

Come prepararsi

Questi gli argomenti del test di medicina. Per sapere con maggiore precisione quali saranno le materie da studiare e per familiarizzare con il linguaggio burocratico, il consiglio è leggere il Decreto ministeriale.

E per prepararvi in vista della prova, potete:

 

Fonte immagine: pixabay.com/it

Condividi su: