Condividi su:

test-medicina-inglese-come-funziona

Siete interessati a studiare Medicina in Italia ma vi interessa farlo in inglese? Avete a disposizione varie possibilità per iscrivervi a un corso di laurea di Medicina e Chirurgia in inglese. In quali atenei è possibile? Che tipo di test di ammissione è previsto? In questo articolo raccogliamo tutto ciò che dovete sapere su come funziona l’IMAT, il test di Medicina in Inglese adottato dalle università pubbliche che offrono il corso di Medicine and Surgery.

Medicina in inglese: gli atenei italiani

Il corso di laurea di Medicina in inglese, che trovate anche indicato come Degree Programme in Medicine and Surgery, è un corso di laurea magistrale a ciclo unico della durata di 6 anni attivo in un gruppo di atenei italiani.

Le Università Statali che hanno all’attivo il corso di laurea di Medicina in Inglese sono:

  1. Bari
  2. Bologna
  3. Catania
  4. Messina
  5. Milano Statale
  6. Milano Bicocca
  7. Napoli Federico II
  8. Napoli Vanvitelli
  9. Padova
  10. Parma
  11. Pavia
  12. Politecnica delle Marche (Ancona)
  13. Roma Sapienza “Policlinico”
  14. Roma Tor Vergata
  15. Torino

Chi fosse interessato al corso di laurea in Odontoiatria in lingua inglese ha a disposizione quelli attivati dall’Università di Siena e dalla Sapienza di Roma. Anche in questo caso, occorre superare l’IMAT.

In aggiunta, il corso di laurea di Medicina in inglese è attivo in alcuni atenei privati:

  • Università Vita e Salute San Raffaele (IMD Program)
  • Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
  • Campus Bio-Medico (Roma)
  • Hunimed – Università Humanitas di Rozzano (Milano)
  • Unicamillus (Roma)

Per le università statali il test è unico e nazionale, mentre per le università private vengono previste date diverse con caratteristiche particolari. Le date dei test di ammissione, in questo caso, sono spesso collocate in primavera. Se non volete perdervi nessuna informazione aggiornata, potete fare riferimento alla tabella aggiornata in tempo reale con le date dei test di ammissione.

Test Medicina in Inglese atenei pubblici: come funziona

Il test di Medicina in inglese per le università statali si chiama IMAT, International Medical Admission Test. La struttura del test IMAT prevede 60 domande in lingua inglese, con 100 minuti a disposizione per rispondere. Ogni anno, il Ministero dell’Università comunica tutti i dettagli sulla composizione della prova tramite un Decreto ministeriale dedicato.

Ecco la struttura del test IMAT:

  • competenze di lettura e conoscenze acquisite negli studi (4 quesiti);
  • ragionamento logico e problemi (5 quesiti);
  • biologia (23 quesiti);
  • chimica (15 quesiti);
  • fisica e matematica (13 quesiti).

Ai più esperti di voi non sarà sfuggito che questa è la medesima struttura della prova di ammissione ai corsi triennali delle Professioni Sanitarie e del test nazionale di Medicina com’era svolto prima della riforma che ha introdotto il TOLC-Med. Il punteggio (max 90 punti) viene calcolato con +1,5 punti per ogni risposta esatta, -0,4 punti per ogni risposta errata e 0 punti per ogni risposta non data.

Per prepararvi possono esservi d’aiuto varie soluzioni, dai libri specifici per la preparazione al test di Medicina in Inglese IMAT ai nostri corsi di preparazione al test IMAT su tutte le materie previste dalla prova.

Iscrizione al test di Medicina in inglese e graduatoria

Circa due mesi prima del test il Ministero dell’Istruzione apre le iscrizioni all’esame tramite la propria piattaforma Universitaly.it. Le date ufficiali di apertura e chiusura delle iscrizioni al test si trovano nel Decreto ministeriale per Medicina in inglese. Nello stesso documento sono indicate le date in cui viene pubblicato il punteggio di ciascun candidato e la graduatoria, che in questo caso è nazionale (se vi interessa approfondirne il funzionamento, qui trovate un articolo su come funziona la graduatoria nazionale).

Dopo l’iscrizione su Universitaly.it, l’iscrizione al test però non è completa. Dovete scaricare il bando di concorso della vostra università e seguire le indicazioni riportate per pagare la quota di partecipazione al test.

Condividi su: