Condividi su:

seconda prova maturita liceo musicale coreutico

Come probabilmente saprete già, per la maturità 2019 sono previste alcune importanti novità. Per quanto riguarda la seconda prova scritta, si attende che il Ministero comunichi, tra gennaio e febbraio 2019, tutti i dettagli sulle materie e sulle modalità di svolgimento. Provvederemo quindi ad aggiornare prontamente l’articolo che, al momento, riguarda la prova del 2018.

Subito dopo la prima prova dell’Esame di Maturità che, come saprete, è comune a tutti gli indirizzi di studio, il MIUR prevede poi la seconda prova. A differenza però della prova in italiano, qui l’esame viene studiato per essere specifico per il singolo indirizzo di studio. Oggi ci occupiamo, in questo articolo, della struttura della seconda prova dell’esame di Maturità per il Liceo Musicale e Coreutico. Vediamo tutte le caratteristiche.

Materia diversa in base agli indirizzi

Il Liceo Musicale e Coreutico è diviso in due sezioni, da cui prende il nome. Per ciascuna sezione (Musicale e Coreutica) la seconda prova prevede una materia diversa.

Sezione Musicale

Gli studenti dell’indirizzo musicale devono confrontarsi con la prova scritta in una delle due materie caratterizzanti. Per questo indirizzo, infatti, è possibile che la seconda prova verta su una di queste due materie:

  • Teoria, analisi e composizione
  • Tecnologie musicali

Ogni anno è il MIUR a decidere le materie dell’esame di Maturità e a darne notizia a inizio dell’anno.

Sezione Coreutica

Gli studenti dell’indirizzo coreutico hanno invece una sola materia caratterizzante, ovvero tecniche della danza. Solo su questa materia, quindi, verte annualmente la seconda prova dell’esame di maturità.

Svolgimento della prova

Altra differenza significativa, per questo liceo, riguarda lo svolgimento della seconda prova di maturità.

Sezione Musicale

La seconda prova, per la sezione Musicale, si svolge in due parti. La prima parte si svolge nel giorno 1 e ha una durata massima di sei ore. Potete scegliere tra quattro tipologie.

  • Analisi: in questo caso vi viene chiesto di analizzare una composizione di letteratura musicale. Può essere di ogni epoca: classica, moderna o anche contemporanea. Qui potrebbero venirvi in supporto alcuni brevi volumi per il ripasso di Storia dell’Arte e della Musica.
  • Composizione: in questa tipologia di prova vi viene invece richiesto di comporre un brano attraverso un basso dato con modulazione ai toni vicini o armonizzazione di una melodia tonale.
  • Realizzazione: qui dovete invece realizzare e descrivere un percorso digitale del suono e dei materiali correlati per produrre un brano musicale o anche la sonorizzazione di un video.
  • Progettazione: in questa tipologia, infine, dovete progettare un’applicazione musicale (Plug in) di produzione e trattamento del suono in un ambiente a oggetti contenente la parte di sintesi, di equalizzazione e di spazializzazione.

Il giorno successivo si svolge, poi, la seconda parte della prova: la prova di strumento. Dura al massimo 20 minuti e prevede esecuzione e interpretazione di brani solistici, di musica d’insieme o tratti da un repertorio concertistico con riduzione pianistica.

Sezione Coreutica

Anche per questa sezione la seconda prova dell’esame di maturità è divisa in due parti. La prima parte dura al massimo 6 ore ed è composta da una esibizione collettiva (massimo 2 ore)  + una relazione accompagnatoria (massimo 4 ore) svolta da ciascun candidato sulla base dell’analisi stilistica degli elementi tecnici dell’esibizione e svolta con gli opportuni riferimenti alla storia della danza.

Potrebbero interessarvi anche

Come prepararsi nel modo migliore all’esame di Maturità 2019

Come impostare il lavoro per scrivere la tesina per l’Esame di Maturità

Cosa fare dopo il Liceo Musicale? Ecco tre strade principali

L’elenco delle facoltà universitarie: istruzioni per l’uso

Fonte immagine: pixabay.com/it

Condividi su: