Condividi su:

 

odontoiatria o medicina

Sono due corsi di laurea considerati per molti versi affini. E proprio per questo siete indecisi: Odontoiatria o Medicina? Per decidere, bisogna avere chiaro quali sono le differenze tra i due. Qui trovate tre utili cose da sapere per scegliere il percorso giusto per voi.

Nota della redazione: le informazioni che trovate in questo articolo si riferiscono all’ultimo test di ammissione 2018. Le aggiorneremo prontamente, quando saranno disponibili quelle sul test 2019.

1. Il test è unico

In entrambi i casi si tratta di corsi di laurea a numero chiuso, quindi con un test di accesso da superare. E il test è lo stesso per entrambi i corsi di laurea:

  • il test di Medicina-Odontoiatria si svolge il 4 settembre 2018 e potete iscrivervi al test su Universitaly.it in base alle tempistiche previste dal MIUR e pubblicate tramite il Decreto ministeriale
  • le materie da studiare sono cultura generale, ragionamento logico, biologia, chimica, fisica, matematica;
  • per quanto riguarda le modalità di svolgimento della prova, dovrete rispondere a 60 domande a risposta multipla in 100 minuti complessivi.

Per prepararvi alla prova, potete studiare su libri per i test di Medicina-Odontoiatria: sono volumi specifici, focalizzati sulle materie che poi saranno oggetto della prova. Oppure potete frequentare i corsi per la preparazione al test di Medicina-Odontoiatria, o, ancora, scegliere lo studio assistito sulla piattaforma online per la preparazione al test di Medicina-Odontoiatria.

2. Stessa durata, materie diverse

Se il test è lo stesso, molto diverse sono le materie che si studiano durante i due corsi di laurea. Del resto, medico e odontoiatra sono due professioni molto diverse tra loro.

A Medicina si studiano materie come anatomia, biologia, tossicologia, genetica, virologia, farmacologia. Invece in un corso di laurea in Odontoiatria, oltre a chimica e biologia, si dà molta importanza a materie come microbiologia, patologia, igiene orale, anestesia generale, chirurgia speciale odontostomatologica.

In entrambi i casi, il corso di laurea dura 6 anni e al termine di ciascuno dei due corsi di laurea siete titolati e formati per svolgere due professioni diverse: l’Odontoiatria ha la propria area di intervento presso ospedali e/o istituti privati o studi dentistici, mentre nel caso di Medicina avete di fronte a voi uno scenario molto ampio, in cui dovrete scegliere la scuola di specializzazione che vi permetterà di proseguire nella vostra carriera professionale.

3. L’iter professionale non cambia

Il percorso per diventare medico, in linea di massima, è il seguente:

  • laurea in Medicina
  • abilitazione all’esercizio professionale (dopo un tirocinio di tre mesi e un esame da superare)
  • iscrizione all’Albo dei medici
  • specializzazione

L’iter per diventare odontoiatra è molto simile:

  • laurea in Odontoiatria e protesi dentaria
  • tirocinio formativo
  • abilitazione all’esercizio della professione
  • iscrizione all’Albo degli odontoiatri

Ancora indecisi?

Se siete ancora indecisi tra Odontoiatria e Medicina tenete presente che potete concorrere per entrambi i corsi di Laurea, senza dover rinunciare a uno dei due corsi. Essendo il test di Medicina-Odontoiatria  unico, al momento dell’iscrizione al test potrete decidere di inserire preferenze sia per Medicina che per Odontoiatria: sarà poi la graduatoria a stabilire se e dove si presenterà un posto disponibile per voi. Tutto questo – e molto altro – è raccolto e spiegato nella guida “Studiare Medicina. Dove, come, quando”.

 

Fonte immagine:pixabay.com/it

Condividi su: