Condividi su:

materie-esame-maturità

L’esame di Stato è un momento importante nella vita di uno studente dopo il quale si possono aprire molte strade: si può scegliere la facoltà universitaria, o cominciare da subito a entrare nel mondo del lavoro oppure, ancora, intraprendere un percorso formativo di altro tipo. Ora, quali sono le materie dell’esame di maturità?

Come già saprete, per la maturità 2019 il Ministero ha introdotto diverse novità rispetto agli anni precedenti, alcune delle quali riguardano proprio le materie previste dalle varie prove.

La prima prova scritta rimane il tema: in questo caso, cambia la composizione delle tracce e sparisce quella specifica di storia. Invece, le materie della seconda prova variano in base al tipo di scuola superiore che frequentate. Con la riforma dell’esame, la seconda prova potrà, di anno in anno, essere monodisciplinare oppure vertere sulle due materie caratterizzanti, almeno per gli indirizzi — e sono molti — che ne prevedano due anziché una. È questo il caso della maturità 2019: laddove previsto dal tipo di scuola, la seconda prova è su due materie. Vediamo nel dettaglio quelle relative ai licei e ad alcuni istituti tecnici. Per un quadro completo, consultate il motore di ricerca sul sito del Ministero.

Seconda prova dei licei 2019

Le materie della seconda prova dei licei sono:

  • greco + latino per il liceo classico;
  • matematica + fisica per il liceo scientifico;
  • lingua e cultura straniera 1 + lingua e cultura straniera 3 per il liceo linguistico;
  • discipline progettuali architettura e ambiente per il liceo artistico a indirizzo “architettura e ambiente”;
  • discipline pittoriche per il liceo artistico a indirizzo “arti figurative grafico-pittorico”;
  • discipline plastiche e scultoree per il liceo artistico a indirizzo “plastico e scultoreo”;
  • discipline plastiche e scultoree + discipline pittoriche per il liceo artistico a indirizzo “arti figurative plastico-pittorico”;
  • discipline audiovisive e multimediali per il liceo artistico a indirizzo “audiovisivo multimediale”;
  • discipline progettuali scenografiche per il liceo artistico a indirizzo “scenografia”;
  • discipline progettuali design (con varie declinazioni) per i licei artistici nei vari indirizzi “design”;
  • discipline grafiche per il liceo artistico a indirizzo “grafica”;
  • scienze umane per il liceo delle scienze umane;
  • diritto ed economia politica + scienze umane per il liceo delle scienze umane a indirizzo “economico sociale”;
  • teoria, analisi e composizione per liceo musicale e coreutico sezione musicale;
  • tecniche della danza per liceo musicale e coreutico sezione coreutica.

Seconda prova degli istituti tecnici

Per gli istituti tecnici, le materie della seconda prova variano in base all’indirizzo scelto.

Settore economico

  • Economia aziendale per l’indirizzo “amministrazione, finanza e marketing”;
  • economia e geopolitica + lingua inglese per l’indirizzo “relazioni internazionali per il marketing”;
  • economia aziendale + informatica per l’indirizzo “sistemi informativi aziendali”;
  • discipline turistiche e aziendali + lingua inglese per l’indirizzo “turismo”.

Settore tecnologico

  • Disegno, progettazione organizzazione industriale + meccanica, macchine ed energia per l’indirizzo “meccanica e meccatronica — meccanica e meccatronica”;
  • disegno, progettazione organizzazione industriale + tecn. meccaniche processo e prodotto ind. occhiale per l’indirizzo “meccanica e meccatronica ed energia — tecnologie dell’occhiale”;
  • tecnologia meccanica plast. dis. organizzazione industriale per l’indirizzo “meccanica e meccatronica  — materie plastiche”;
  • impianti energetici, disegno e progettazione meccanica, macchine ed energia per l’indirizzo “meccanica e meccatronica  — energia”;
  • struttura, costruzione sistemi impianti dei vari mezzi per “trasporti e logistica — costruzione del mezzo (vari indirizzi)”;
  • logistica per l’indirizzo “trasporti e logistica”;
  • elettrotecnica ed elettronica + sistemi automatici per l’indirizzo “elettrotecnica ed elettrotecnica” (varie articolazioni);
  • informatica + sistemi e reti per l’indirizzo informatica e telecomunicazioni” (varie articolazioni);
  • impianti di cartiera e disegno + tecnol. processi produzione e laboratorio per l’indirizzo “grafica — tecnologie cartarie”;
  • tecnologie chimiche industriali + chimica analitica e strumentale per l’indirizzo “chimica, materiali e biotecnologie — chimica e materiali”;
  • biologia, microbiol. e tecnol. controllo ambientale + chimica analitica e strumentale per l’indirizzo “chimica, materiali e biotecnologie — biotecnologie ambientali”;
  • biologia, microbiol. e tecnol. controllo sanitario + chimica organica e biochimica per l’indirizzo “chimica, materiali e biotecnologie — biotecnologie sanitarie”.

La prova orale

La prova orale ha lo scopo di verificare non solo le conoscenze ma anche il grado di “maturità” raggiunto dallo studente. Il colloquio tende cioè ad accertare la padronanza della lingua, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite, di collegarle durante l’esposizione e di discutere ed approfondire sotto vari profili i diversi argomenti. L’interrogazione verte su diverse materie e sui programmi dell’ultimo anno di corso, ma anche sull’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro e sui temi di “cittadinanza e Costituzione“; una parte del colloquio sarà poi dedicato al commento delle prove scritte, sulle quale vi suggeriamo di tornare nei giorni prima dell’orale, specialmente se non dovessero essere andate bene

Ora sapete quali sono le materie dell’esame di maturità 2019; se avete bisogno di informazioni dettagliate anche su altri aspetti, potete scaricare SOS Maturità: l’esame 2019, spiegato facile, vero e proprio “kit di sopravvivenza” all’esame di Stato più temuto degli ultimi anni.

Fonte immagine: Pixabay.com/it

Condividi su: