Condividi su:

orale maturita

Se state raccogliendo le idee in vista dell’orale della maturità, in questo articolo trovate alcune informazioni utili e qualche suggerimento per prepararvi. Il colloquio è l’ultima delle prove dell’esame di stato, la terza dopo i due scritti.

Per l’esame di stato 2019, il Ministero ha introdotto alcune novità nella struttura della prova. Vediamole.

L’obiettivo della prova orale

La prova orale della maturità accerta che abbiate raggiunto il mix di conoscenze e capacità previste dal vostro corso di studi.

Per fare questo, la Commissione toccherà nel colloquio le discipline dell’ultimo anno per verificare l’acquisizione dei contenuti e dei metodi propri di ogni materia, la capacità di utilizzare le conoscenze che possedete e di metterle in relazione per argomentare in maniera critica e personale, anche nella lingua straniera.

L’orale dell’esame di maturità da quest’anno assegna al massimo 20 punti e comprende diverse fasi che riportiamo qui di seguito. Ricorda che non è previsto un ordine vincolante.

La discussione della traccia

Il cuore del colloquio quest’anno consisterà in una traccia multidisciplinare che sorteggerete fra tre predisposte dalla commissione d’esame. Tutte le tracce faranno riferimento alle materie del quinto anno, ma non saranno necessariamente limitate al programma dell’ultimo anno. Durante l’interrogazione la commissione verificherà la vostra capacità di muovervi agevolmente e con intelligenza tra le varie materie padroneggiando gli argomenti.

La prima difficoltà di questo sistema risiede nel fatto che non sarete voi a scegliere l’argomento di partenza dell’interrogazione, come accadeva in passato. Dovrete essere pronti a tutto, riuscendo a non farvi sopraffare dal nervosismo.

Niente tesina, ma…

Questo lo sapete già: la tesina non è più richiesta. Questa potrebbe essere una buona notizia anche se, come si diceva sopra, avere la possibilità di partire da un contributo personale preparato per bene e in anticipo non sarebbe stato poi male. Il Ministero vi dà comunque la possibilità — durante il colloquio — di presentare una «breve relazione e/o elaborato multimediale» sulla vostra esperienza di alternanza scuola-lavoro o le attività trasversali eventualmente svolte durante l’anno.

Il nostro consiglio è di dedicare cura e attenzione a questa relazione, chiedendo lumi ai vostri insegnanti e facendovi guidare da loro in questo esordio del nuovo colloquio di maturità.

Cittadinanza e Costituzione

Infine, nel documento del Ministero che regolamenta l’esame, leggiamo testualmente che «parte del colloquio è dedicata alle attività, ai percorsi e ai progetti svolti nell’ambito di “Cittadinanza e Costituzione“». Fate mente locale con i vostri insegnanti che sapranno indicarvi cosa questo significhi in base al lavoro svolto in classe durante l’anno.

A volte ritornano: le prove scritte

L’ultima tessera che compone il quadro dell’orale della maturità è la revisione e correzione delle prove scritte. Ripasserete quindi bene gli argomenti della prima e della seconda prova scritta su cui avrete commesso errori. Non fatevi cogliere impreparati, sarebbe un peccato!

La guida gratuita sulla Maturità

Per avere un’idea completa del prossimo esame di Stato, potete scaricare SOS Maturità: l’esame 2019, spiegato facile, il nostro “kit di sopravvivenza” all’esame di Stato più temuto degli ultimi anni.

Fonte immagine: Pixabay.com/it

Condividi su: