Condividi su:

graduatorie-test-professioni-sanitarie

Prova sostenuta e foglio con le risposte alle domande consegnato. Ora non resta che una cosa da fare: attendere che vengano pubblicate le graduatorie del test delle professioni sanitarie. Ma come saranno assegnati i posti disponibili? E quando saranno pubblicate tali graduatorie?

Come si calcola il punteggio

Il test delle professioni sanitarie si compone di 60 domande alle quali bisogna rispondere in un tempo massimo di 100 minuti. Per ognuna delle domande sono previste cinque possibili alternative, di cui una soltanto corretta.

Il vostro punteggio è dato dalla somma del punteggio ottenuto per ogni singola domanda così calcolato:

  • 1,5 punti per ogni risposta esatta;
  • 0 punti per ogni risposta non data;
  • meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata.

Graduatorie e scorrimento

La particolarità di questo concorso è data dalla possibilità per le università di scegliere tra due diversi criteri di composizione delle graduatorie: favorendo la prima scelta che avrete espresso oppure in base al punteggio raggiunto. Ecco più in dettaglio qual è il meccanismo.

  1. La prima scelta prevale sul punteggio totale: sulla base dell’ordine di preferenza che avrete indicato, l’ateneo stila graduatorie distinte per singolo corso di laurea. Prendiamo l’esempio di Fisioterapia: l’università predispone la graduatoria per questo corso di laurea, ordinando per punteggio gli studenti che hanno inserito Fisioterapia come prima scelta. Esaurita questa assegnazione, i posti disponibili eventualmente avanzati vengono assegnati a chi, per merito di punteggio, ha indicato Fisioterapia come seconda scelta, e così via. Questo sistema di fatto favorisce l’accesso alla vostra prima preferenza se totalizzate un punteggio elevato, ma riduce statisticamente gli accessi ai corsi di laurea di seconda e terza preferenza.
  2. Il punteggio totale prevale sulla prima scelta: in base al punteggio totalizzato, l’ateneo realizza una graduatoria generale. È lo stesso sistema usato per Medicina: partendo da chi ha realizzato il punteggio più elevato, si assegnano i posti disponibili seguendo l’ordine di preferenza da ciascuno. Se i posti  disponibili nella vostra prima scelta sono a quel punto esauriti, il vostro punteggio servirà eventualmente ad accedere alla vostra seconda o terza scelta. Questa modalità di fatto premia il punteggio finale e favorisce le opportunità di accesso ai 3 corsi indicati, senza tuttavia favorire l’accesso alle prime preferenze.

Consultando il bando di concorso di ogni università, sarà possibile capire qual è il meccanismo adottato dall’ateneo di interesse.

Quando vengono pubblicate le graduatorie

Ogni università italiana dove è attivato uno dei corsi di laurea delle professioni sanitarie ha a disposizione un certo numero di posti e può dotarsi di modalità proprie per l’iscrizione alla prova. Allo stesso modo anche la data nella quale verranno pubblicate le graduatorie può variare da ateneo ad ateneo. Quindi per sapere quando saranno pubblicate le graduatorie del test delle professioni sanitarie bisogna informarsi presso la singola università; a volte questa informazione è contenuta nel bando di concorso pubblicato dall’ateneo.

 

Fonte immagine: Pixabay.com/it

Condividi su: