Condividi su:

concorso ssm tutto sul bando 2021

Il bando di concorso 2021 per l’ammissione alle Scuole di Specializzazione in Medicina è stato pubblicato il 21 maggio. Oltre alle indicazioni sulla prova d’esame e sulle tempistiche (dall’apertura delle iscrizioni all’entrata in servizio dei vincitori), contiene molte informazioni importanti su alcuni aspetti non secondari come la valutazione del curriculum e i criteri di incompatibilità.

Se non volete perdere l’occasione di concorrere serenamente, siete nel posto giusto: trovate qui le linee guida essenziali per orientarvi nel complesso testo ministeriale a cui potrete comunque fare riferimento in caso di dubbi persistenti.

Chi può accedere a una Scuola di Specializzazione?

Per potersi iscrivere a una Scuola di specializzazione occorre essersi laureati entro il 14 luglio 2021 e abilitati entro il primo novembre (se non si ha laurea abilitante); l’iscrizione è poi compatibile con:

  • la sostituzione a tempo determinato di medico di base;
  • la guardia medica festiva, notturna o turistica;
  • l’attività nelle USCA.

Ci sono invece alcuni casi di incompatibilità con la frequenza: non possono accedere a una Scuola di Specializzazione in Medicina gli iscritti a master universitari di primo o secondo livello (il dottorato di ricerca è invece ammesso), gli iscritti al corso di formazione in Medicina Generale, i medici assunti con contratto a tempo indeterminato in strutture pubbliche o accreditate, a meno che non concorrano per i posti riservati SSN.

Quali sono le date da ricordare?

La procedura di iscrizione al concorso si svolge online, su universitaly.it. Le iscrizioni al test si chiudono il 3 giugno 2021 alle 15.00; potrete portare a termine la procedura anche in più momenti, ricordandovi ogni volta di salvare i dati inseriti. Dopo il 3 giugno, si dovrà accedere ad alcune parti del modulo di iscrizione (e solo a quelle) per poter aggiungere dati e informazioni che si renderanno disponibili dopo quella data come la vostra eventuale rispondenza ai requisiti per accedere ai contratti aggiuntivi.

scadenze-ssm-2021

Iscrizione test SSM: cosa e quando prima dell’esame?

  • 3 giugno: si chiudono le iscrizioni, di cui abbiamo detto sopra.
  • Intorno a metà giugno è attesa la pubblicazione del numero di borse messe a bando.
  • Entro 7 giorni dalla data di uscita delle borse occorre versare la quota di iscrizione alla prova (100 euro) e caricare il giustificativo su universitaly.
  • Entro il 30 giugno su universitaly riceverete indicazioni sulla sede d’esame a voi assegnata
  • 14 luglio: è il termine ultimo per conseguire la laurea e partecipare alla selezione SSM 2021. Le università si stanno organizzando per consentire ai “laureandi di luglio” di arrivare alla meta in tempo. Potete sentire la segreteria del vostro ateneo per avere tutti i ragguagli del caso.
  • 20 luglio: si svolge l’esame ufficiale.

Graduatorie SSM e immatricolazioni: cosa e quando dopo l’esame?

  • 2 agosto: esce la graduatoria nominativa con punteggio e posizione ottenuta.
  • 2-6 agosto: fase di scelta di scuola e sede.
  • 9 agosto: primo giro di assegnazioni.
  • Entro il 20 agosto i candidati assegnati di questo primo scaglione devono provvedere all’iscrizione che viene confermata dal Cineca il 31 agosto.
  • Dal primo settembre parte il secondo giro di assegnazioni.
  • 1 novembre 2021: i vincitori di concorso prendono finalmente servizio.

Come funziona il punteggio del test?

La prova a test che si terrà il 20 luglio viene valutata attribuendo 1 punto per ogni risposta esatta e sottraendo 0,25 punti per ogni risposta errata (le risposte non date sono ininfluenti). Il punteggio massimo raggiungibile è quindi di 140 punti, nell’ipotesi di rispondere correttamente a tutte le 140 domande previste.

Come funzionano i punti cv?

Ai punti ottenuti con il test si possono, in alcuni casi, aggiungere un massimo di 7 punti, i cosiddetti punti cv o punti bonus. Sono attribuiti per il voto di laurea e per la media degli esami sostenuti. Vediamo come.

Quanto vale la laurea?

Il voto di laurea viene così valutato:

  • 110 e lode = 2 punti
  • 110 = 1,5 punti
  • 108-109 = 1 punto
  • 105-107 = 0,5 punti

Se la vostra tesi ha carattere sperimentale beneficerete di mezzo punto aggiuntivo, a patto che, in fase di iscrizione, carichiate il frontespizio e di l’apposita attestazione firmata dal relatore  o dal Presidente del corso di studi; se poi siete in possesso di un dottorato di ricerca in ambito medico, avrete 1,5 punti in più.

Quanto pesano gli esami?

Anche la media ponderata degli esami concorre all’attribuzione dei punti cv, secondo questo schema:

  • da 29,5 in su = 3 punti;
  • media ponderata da 29 a 29,4 = 2,5 punti;
  • da 28,5 a 28,9 = 2 punti;
  • da 28 a 28,4 = 1,5 punti;
  • da 27,5 punti a 27,9 = 1 punto;
  • da 27 a 27,4 = 0,5 punti.

Chi ha diritto ai “punti cv”?

I preziosi punti bonus non possono essere assegnati ad alcune categorie:

  • medici specializzati;
  • medici che stanno frequentando una Scuola di Specializzazione;
  • medici di Medicina Generale già diplomati o iscritti a un corso di formazione MMG;
  • medici con contratto a tempo indeterminato in una struttura SSN o privata accreditata (che possono comunque concorrere per i soli posti riservati SSN).

Questi sono i temi che destano i dubbi più frequenti nei candidati al concorso: speriamo che questo articolo vi sia servito a chiarirvi le idee. Invece, per prepararvi alla prova efficacemente e sotto la guida di docenti esperti, potete iscrivervi al corso online di preparazione Alpha Test SSM.

Condividi su: