Condividi su:

come si diventa medico di base

Sognate di lavorare come Medico di Famiglia? Allora siete nel posto giusto. In questo articolo parliamo infatti di come si diventa medico di base.

Step 1 – la Laurea in Medicina

Innanzitutto, per diventare medico di base bisogna laurearsi in Medicina. E per farlo, occorre superare il test di ammissione nazionale di Medicina-Odontoiatria. La facoltà, infatti, è a numero chiuso nazionale e prevede un test unico e annuale che riguarda tutte le università statali.

Se vi state avvicinando alla professione dopo la scuola superiore e volete sostenere la prova di ammissione, prepararsi per tempo alla prova è certamente un’ottima idea, soprattutto se avete modo di prepararvi grazie a materiale mirato e specifico.

Potete infatti:

Dopo essere stati ammessi, comincia il primo percorso accademico, quello cioè che porterà al conseguimento della laurea; il corso di laurea di Medicina e Chirurgia è della durata di sei anni, le discipline di insegnamento sono distribuite lungo cinque anni mentre il sesto è quasi interamente dedicato al tirocinio formativo. Superati tutti gli esami e discussa la tesi, si consegue la laurea.

Step 2 – Abilitazione e iscrizione all’Ordine dei medici

Dopo la laurea bisogna ottenere l’abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo. Si sostiene il relativo esame di Stato composto da un tirocinio pratico della durata di tre mesi presso delle specifiche strutture, al termine del quale è prevista una prova scritta divisa in due parti, ciascuna delle quali prevede la soluzione di 90 quesiti a risposta multipla.

Solo in seguito al conseguimento dell’abilitazione professionale il neo medico può iscriversi all’Ordine dei medici della sua provincia di residenza.

Step 3 – La specializzazione

Solitamente, dopo il conseguimento della laurea in medicina, è necessario seguire una specializzazione medica. Questo è valido anche per diventare medico di base: il giovane medico deve conseguire un diploma di formazione specifico in Medicina Generale, che si ottiene al termine di un corso post-laurea triennale.

Le Asl

Con questo titolo termina l’iter formativo. E comincia invece quello professionale, con una domanda di inserimento nelle liste regionali delle Asl ed entrando così in graduatoria. Per salire in graduatoria i titoli in possesso sono importanti, ma bisogna soprattutto totalizzare esperienze sul campo, come turni provvisori in guardia medica e sostituzioni.

Il percorso è sicuramente lungo e faticoso, ma, una volta raggiunto l’obiettivo, la professione di medico di famiglia riserva molte soddisfazioni. E il primo passo è sapere come si diventa medico di base.

 

Fonte immagine: freepik.com/it

Condividi su: