Condividi su:

come-diventare-cardiologo

È una delle più ambite e prestigiose specializzazioni di Medicina, un sogno accarezzato ogni anno da tanti studenti appena diplomati. E si dà il caso che questo sia anche il vostro sogno professionale. Per questo volete sapere come diventare cardiologo.

1. Laurea

Il percorso per diventare cardiologo comincia con la laurea in Medicina, della durata di sei anni. Le materie principali che si studiano in questo corso di laurea sono anatomia umana, biologia, genetica, patologia. Alle fine dei sei anni è prevista la discussione di una tesi.

Medicina è un corso di laurea a numero chiuso con graduatoria a livello nazionale, quindi per iscrivervi c’è un test di accesso da superare. Per prepararvi alla prova il consiglio è di studiare su libri per il test di Medicina, focalizzati sulle materie che poi saranno oggetto della prova ed eventualmente frequentare dei corsi di preparazione al test di Medicina.

2. Tirocinio di Medicina

È una prova pratica continuativa della durata di tre mesi che può essere svolta, tra l’altro, presso policlinici universitari, aziende ospedaliere, presidi ospedalieri di aziende ASL. La valutazione delle capacità del medico tirocinante viene effettuata attribuendo un punteggio massimo di novanta punti. Per maggiori informazioni sul tirocinio, potete consultare il sito ufficiale dell’università dove intendete conseguire la laurea.

3. Esame di Stato e abilitazione all’esercizio professionale

Solo dopo aver svolto il tirocinio, il futuro medico cardiologo può sostenere l’esame di Stato e, una volta superato, ottenere così l’abilitazione all’esercizio della professione. Tutte le informazioni in merito le potete trovare sul sito ufficiale Esame.miur.it.

4. Iscrizione all’Albo dei medici

Una volta conseguita l’abilitazione all’esercizio della professione, potete iscrivervi all’Albo dei medici della vostra provincia di residenza. Anche in questo caso, per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale dell’Ordine dei medici della vostra provincia.

5. Specializzazione

L’ultimo passaggio per diventare medico cardiologo è conseguire la specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare. È un corso di laurea la cui durata è da poco stata portata da cinque a quattro anni con discussione di una tesi finale.  Come per tutte le scuole di specializzazione, anche l’accesso a quella in Malattie dell’apparato cardiovascolare è regolato da un esame di ammissione.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/76652722@N04

Condividi su: