Condividi su:

cfu cosa sono

Se non sapete ancora quale università scegliere e state curiosando sui piani di studio dei vari tipi di università, vi sarete accorti che vicino a ogni esame c’è un numero e poi una sigla, CFU. Non sapete di cosi si tratti? In questo articolo vi spieghiamo finalmente cosa sono i CFU e che significato hanno.

CFU: la misura del vostro lavoro

Intanto le presentazioni. I CFU sono i Crediti Formativi Universitari e sono gli indicatori con cui, nelle università italiane, viene misurato il carico di lavoro richiesto allo studente per frequentare le lezioni e preparare il suddetto esame. Maggiore quindi è il CFU, maggiore sarà l’impegno richiesto per preparare un esame. Minore sarà questo numero, invece, meno saranno sia le lezioni da frequentare sia il tempo da dedicare allo studio per prepararsi prima dell’esame.

Le università vi chiedono di coprire, per poter superare l’anno e accedere all’anno successivo, esami corrispondenti a 60 CFU ogni anno. Ogni corso di laurea, a seconda che sia un corso triennale o magistrale a ciclo unico, vi richiede di conseguire un certo numero di CFU:

  • per le lauree triennali bisogna ottenere 180 CFU suddivisi nei tre anni;
  • per le lauree magistrali a ciclo unico bisogna ottenere dai 300 ai 360 CFU a seconda che il ciclo sia di cinque o sei anni.

Sono importanti i CFU?

Assolutamente sì! Nel fare la media prima di laurearvi dovrete sapere che un esame da 12 CFU pesa più di un esame da 5 CFU. Se quindi avete ottenuto 18 nel primo esame e 30 nel secondo, beh, non è sufficiente fare la media tra i due voti. Se volete infatti calcolare il vostro voto di laurea di base ricordatevi che viene svolta una media ponderata dei voti in relazione al numero dei CFU associati all’esame.

Come si calcolano i crediti formativi di ogni esame

Ora, qui entriamo in una parte più tecnica di cui non siete tenuti a conoscere il funzionamento ma che, se siete curiosi, qui vi spieghiamo.

1 CFU corrisponde a 25 ore di studio e/o lavoro: se dovete fare l’esame di Inglese da 6 CFU, significa che l’università ha calcolato che per voi sono necessarie 6 x 25 ore tra lezioni e studio a casa per potervi presentare preparati all’esame. Vuol dire quindi che 150 ore totali sono ritenute indispensabili per raggiungere il livello di conoscenza richiesta.

A questo punto, una volta che avrete il piano di studi definitivo, guardate quante ore di lezione in aula sono previste: se le sottraete dalle 150 ore totali, avete idea del numero di ore che dovreste prevedere per studiare a casa prima di questo esame.

Fonte immagine: pixabay.com/it

Condividi su: