Condividi su:

 

aspettando risultati test accesso

Dopo aver sostenuto i test di accesso dovete solo attendere l’esito: se ne avete appena terminato uno, c’è ancora qualche settimana prima di sapere. E nel frattempo? Aspettando i risultati del test di accesso, vi diamo 7 suggerimenti per sfruttare il tempo che resta prima della pubblicazione ufficiale.

  1. Restate informati

    Nel caso dei test di ammissione nazionali, come Medicina-Odontoiatria, Veterinaria o Architettura, ci sono diverse tappe intermedie prima della pubblicazione delle graduatorie definitive (uscita delle graduatorie anonime, pubblicazione del punteggio). In tutti gli altri casi, è possibile che venga comunicata la data effettiva di pubblicazione dei risultati sul bando di concorso della vostra università oppure che l’università, dopo il test, pubblichi un avviso sul proprio sito con una data preciso. Proprio per questo, cercate di restare sempre informati su cosa sta accadendo in merito al test di accesso che avete sostenuto.

  2. Gestite il doppio test

    Questo consiglio vale per coloro che hanno sostenuto sia il test di Medicina che delle Professioni sanitarie o che, più in generale, hanno sostenuto più test di ammissione. Fatta eccezione per i test nazionali, quasi sempre i risultati delle prove di ammissione vengono pubblicati in giorni diversi ateneo per ateneo. Controllate bene il sito dell’università o delle università in cui avete sostenuto le prove. E ricordatevi che non potete risultare immatricolati a due università contemporaneamente, quindi dovrete compiere una scelta.

  3. Pensate alle possibili alternative

    È un’eventualità che, forse per scaramanzia, si tende a escludere. Invece è importante essere preparati alla possibilità che il test non sia andato come sperate, pur con la speranza che, alla fine, si sarà trattato di una preoccupazione inutile. Pensate a facoltà alternative che vi piacerebbe (o vi sarebbe utile) frequentare e che sono a numero aperto. Se sognate il camice bianco, tenete presente che esistono tante facoltà alternative a Medicina che potete considerare. Non sarà un anno buttato: in alcuni atenei potete infatti ricorrere all’articolo 6, che vi permette di sostenere fino a due esami di un altro corso di Laurea.

  4. Confrontatevi con gli altri candidati

    Prima del test di ammissione è sconsigliato. Dopo averlo sostenuto, invece, potreste ricavarne idee o scoprire cose che non sapevate. Sui social, per esempio, potete scambiarvi pareri e opinioni. Attenzione però a non perdervi tra i commenti! Conteranno solo i risultati pubblicati dall’università.

  5. Rivedete le risposte date

    Rivedete il vostro elaborato e verificate le risposte date. In questo modo, aspettando i risultati ufficiali, potrete farvi un’idea di come potrebbe essere andata la prova. Nel caso dei test di ammissione nazionali, potete scaricare la versione risolta e commentata di tutte le prove ufficiali. Negli altri casi, dovete verificare sul sito web della vostra università se è stata pubblicata la copia del test con le soluzioni corrette, pratica che non sempre viene seguita, dipende da ateneo ad ateneo.

  6. Cosa significa Assegnato o prenotato?

    Questo punto vi interessa solo se avete appena svolto uno dei test di ammissione nazionali come Medicina-Odontoiatria, Veterinaria e Architettura. Con la pubblicazione della graduatoria e con i successivi scorrimenti, vi capiterà di trovarvi in uno dei vari status predisposti dal MIUR. Normalmente, quelli che generano più ansia sono “assegnato” o “prenotato”: è molto importante avere le idee chiare su come funziona la graduatoria.

  7. Informatevi sui punteggi minimi

    Anche questo punto vi interessa solo se avete appena svolto uno dei test di ammissione nazionali come Medicina-Odontoiatria e Veterinaria. Sapete che le università sono tante ma che la graduatoria è unica. Per farvi un’idea di com’è andata l’anno scorso, potete scaricare l’Analisi della Graduatoria e i Punteggi Minimi aggiornati ai vari scorrimenti.

Ora, aspettando i risultati dei test di accesso, non resta che augurarvi un gigantesco in bocca al lupo.

 

Fonte immagine: Pixabay.com

Condividi su: