Condividi su:

18app 2001

Ci siamo: il  bonus cultura per i ragazzi nati nel 2001 è disponibile. La data di avvio di “18app 2001” è stata per mesi un tema caldo sui social, dalla pagina Facebook ufficiale alla community nata spontaneamente, sempre su FB. Finalmente, l’iter per rendere disponibili 500 euro a tutti i ragazzi che hanno compiuto 18 anni nel 2019 è concluso: dal 19 febbraio 2020 si può spendere il proprio gruzzolo.

La pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale»

Il provvedimento di sblocco è stato pubblicato il 19/2/2020 sulla «Gazzetta Ufficiale». Secondo questo documento, a partire dal 5 marzo 2020 potete spendere i vostri 500 euro. A una condizione: dovrete avere già attivato lo SPID, la vostra identità digitale, presso uno degli Identity Provider autorizzati.

Se ancora non lo avete fatto, vi suggeriamo di non perdere tempo e provvedere, tenendo conto che la procedura richiede in genere qualche giorno per essere operativa.

Un’app o un sito web?

Le regole per usare il bonus cultura sono identiche a quelle delle altre edizioni. A dispetto del nome, per usare 18app non dovete scaricare un’app né da App Store né da Play Store. Dovete invece registrarvi sul sito web della piattaforma ufficiale entro il 31 agosto 2020, e potrete continuare a spendere il vostro tesoretto fino all’ultimo giorno di febbraio del 2021.

Il portafoglio digitale dei nati nel 2001

Una volta attivata la vostra identità digitale, potrete collegarvi al sito ufficiale di 18app ed entrare inserendo username e password dello SPID. Troverete ad aspettarvi nell’area riservata il vostro portafoglio digitale: da qui, potrete creare i voucher che vi serviranno per gli acquisti, online o presso gli esercizi fisici che aderiscono all’iniziativa.

portafoglio elettronico 18app

500 euro, 1.000 possibilità di shopping

Come probabilmente saprete già, accedere a “18app 2001” vi darà la possibilità di scegliere tra moltissimi prodotti e servizi culturali. Potrete infatti utilizzare il vostro portafoglio digitale per acquistare libri o biglietti per cinema, concerti ed eventi culturali, corsi di lingua straniera, di musica o di teatro.

Fonte immagine: Pixabay.com/it

Condividi su: